BLOG

Clac Comunica

Chi sono questi utenti comuni diventati i migliori Ambassador dei brand?

Queste figure hanno un numero di follower ridotto ma i loro contenuti sembrano essere più autentici e credibili. 

L’uso dei micro-influencer secondo molti è il nuovo trend del 2019.

Ma cosa cambia quando un brand o un’azienda scelgono utenti con un seguito minore anziché quelli con una fanbase corposa?

Addirittura si potrebbero considerare una forma di influencer marketing ma in scala ridotta.

 

Chi sono i micro-influencer?

Sono utenti che lavorano in un determinato settore o hanno una specifica passione e per questo conoscono l’argomento perfettamente, conoscono le regole e sono soprattutto credibili e autorevoli (avendo anche un discreto seguito).

I micro-influencer si inquadrano in un numero di follower tra i 1000 e 100.000, numeri considerati giusti per avere la definizione.

Alcuni studi hanno evidenziato che avere una community più piccola permette a quest’ultima di essere più coinvolta (più likes, più commenti, più interazioni). Il tasso di coinvolgimento di un utente Instagram “micro” è del 8%, percentuale che si abbassa al 1,7% quando la community arriva al milione di follower. 

Scegliere un micro-influencer permette anche di avere una platea più ristretta, omogenea e molto più vicina al target di riferimento.

Un influencer minore viene percepito come più credibile, trasparente, collabora con aziende i cui prodotti sceglierebbe davvero o che utilizza già. Negli ultimi tempi non sono certo mancate polemiche sulla trasparenza di fashion blogger o grandi star di youtube e la scelta dei prodotti/brand “sponsorizzati” sulle loro pagine.

Conosciamo il codice etico per gli influencer, l’utilizzo, obbligatorio di #adv. Regole a cui il micro-influencer non può soprassedere ma è più probabile per quest’ultimi che il rapporto di collaborazione sia più autentico.

I micro-influencer hanno anche un rapporto più spontaneo e diretto con i propri follower, il numero di interazioni in cui sono coinvolti pare essere venti volte superiore ai normali influencer. 

Risulta ora fondamentale, se si sceglierà un micro-influencer marketing, trovare la persona giusta.

Sicuramente bisognerà valutare la sua familiarità con il settore merceologico di riferimento, la rilevanza, cioè il valore concreto dei contenuti che è in grado di offrire, e ancora la sua capacità di differenziarsi rispetto agli altri.

 

Micro-influencer marketing di successo

Di seguito qualche spunto per chi volesse seguire una micro-influencer marketing strategy efficace.

 

  • Bisogna coinvolgere veri e propri portavoce e non solo semplici influencer. Utenti che possano diventare ambasciatori dei prodotti o del brand all’interno della loro community. Il messaggio verrà sentito come autentico, più della metà dei consumatori dichiara di scegliere un prodotto perché ha visto che viene utilizzato da altri consumatori. Da non sottovalutare la possibilità per le aziende di ricompensare i micro-influencer semplicemente con i prodotti in prova gratuita.

 

  • Incentivare i micro-influencer ad utilizzare le storytelling. Che raccontino una vera e propria storia in cui il prodotto o il brand sia il protagonista in modo che il consumatore riesca ad immedesimarsi il più possibile.

 

  • Gli utenti devono sentir parlare del prodotto il più a lungo possibile; quindi bisogna considerare una campagna di micro-influencer di lungo termine.

 

Il modo di definire gli acquisti è notevolmente cambiato, diventando spezzettato e multicanale ma un’efficace micro-influencer strategy dovrà sfruttare i vantaggi per convogliare gli acquisti bel proprio punto vendita.

La community verrà utilizzata per passare dall’online all’instore.

I micro-influencer aggregano geograficamente gli utenti.

Saranno i rivenditori che dovranno poi attrarre nei punti vendita pensando an eventi o utilizzando varie strategie di fidelizzazione (promozioni, sconti, giftcard, fidelity card)

I micro-influencer daranno un grande supporto per creare contenuti di valore. Creano tutorial, guide all’uso ecc.

Ma soprattutto i micro-influencer creano passaparola, a prescindere dalla grandezza delle community queste persone diventano intermediari privilegiati e creatori di trend.

 



Ultimi Articoli

Sede Operativa
Via Vittorio Emanuele II, 7 - 66020
San Giovanni Teatino (CH) - Italy
Tel: 085 4465799
Fax: 085 4466780

Sede Legale
Via Roberto Lepetit 8/10 - 20124
Milano - Stazione Centrale (MI) - Italy
Tel: 02 40705662

Email: info@clac.it

Orari di apertura: da Lunedì al Venerdì
Mattina: 9:15 - 13:00
Pomeriggio: 15:00 - 19:00

Seguici

Copyright © 2019 Clac.

Cod. Fisc. e P.iva 10331620962 | Cap.Soc. 10.000 i.v.

Sede Operativa
Tel: 085 4465799
Fax: 085 4466780

Sede Legale
Tel: 02 40705662

Email 
info@clac.it

Orari di apertura 
dal Lunedì al Venerdì
- Mattina: 9:15 - 13:00
- Pomeriggio: 15:00 - 19:00

Continuando ad utilizzare il nostro sito accetti automaticamente la nostra normativa sui cookies.